Imparare le vocali e i numeri fino al nove con le foglie

Quante cose si possono fare con le foglie che le piante perdono in autunno?
Se il tempo ve lo permette potete tenere occupati i vostri bambini, più piccoli e più grandi, cercando foglie di diverso colore e di diversa forma.

In genere ho sperimentato che raccogliere le foglie , piace a tutti sia ai maschi che alle femmine.

Semmai l’unico problema è la quantità: se non sono gli adulti a dare uno stop, i bambini ne raccoglierebbero veramente troppe.

Ma la vostra presenza servirà non solo per limitare la quantità del raccolto, ma anche ad indirizzarli verso quelle che serviranno per farci alcuni lavoretti.

Se avete la possibilità di trovare le foglie di diverse piante, di diversi colori e forme, sono proprio quelle che fanno al caso vostro.
Per le attività che vi vado a suggerire dovrete utilizzare foglie piuttosto piccole: più grandi sono, più avranno bisogno di un cartoncino grande dove essere incollate.

Ma procediamo per ordine.

Prima di tutto sfruttate una bella giornata, per procurarvi la materia prima.
Mettete le foglie in un cestino da funghi o in un sacchetto, avendo cura, nel secondo caso di non lasciarle a lungo nel sacchetto stesso, ma di sistemarle appena arrivati a casa.

A questo punto, siete pronti, per passare alla fase due, quella delle attività tra le mura domestiche.

Non sapete da che parte iniziare?

Serve una spinta?

Nessun problema.

Sedetevi o mettetevi comodi.

Si parte!

Come imparare le vocali e i numeri fino al nove con le foglie

Abbiamo già visto che con le foglie si può fare matematica e volendo, quando ne avrete raccolte abbastanza, potete lasciarle da parte e utilizzarle, in lunghe giornate piovose, per svolgere diverse attività.

La brutta cosa che accade inevitabilmente è che le foglie, dopo qualche giorno, si seccano troppo e tendono a sgretolarsi.
Come riuscire a conservarle il più a lungo possibile intatte?

Regola numero uno: scegliete le foglie appena cadute, che molto probabilmente non sono state né calpestate né rovinate.
Evitate quelle marce ma anche quelle troppo secche.

Nel caso , al contrario, che le foglie sono ancora troppo fresche, possiamo metterle tra due fogli di carta, lasciandole, con sopra un volume pesante, per un paio di giorni oppure direttamente dentro un libro (al quale magari non tenete troppo).

Regola numero due: rendiamole meno fragili, affinché durino più a lungo.
Questo lo possiamo ottenere con varie procedure.

  1. La più veloce ma la meno economica è quella di plastificarle.
    Basta inserirle nella carta trasparente per plastificatrice, inserirle nella macchinetta (si trova online da 20 alle 40 euro) e il gioco è fatto.
  2. La seconda più laboriosa, richiede come materiale, della semplice colla vinilica e un pennellino di spugna. questo sarebbe lo strumento ottimale, ma se possedete già un pennello con le setole, a patto che siano morbide, va bene anche quello.
    Spennelliamo la superficie delle foglie di colla, formando una patina trasparente, senza tralasciare nessun punto.
    Fate questa operazione appoggiando le foglie su un giornale, appoggiato su un piano, dove poi le lascerete ad asciugare per alcune ore.
    Capirete che la colla è asciutta perché non noterete più il bianco.
    Girate la foglia e ripetete l’operazione sull’altro lato.
    Quando saranno completamente asciutte, se ritenete opportuno dare la seconda passata di colla, ripetete tutte le operazioni da capo.

La materia prima per le vostre attività è pronta !

Iniziamo con le vocali

Facciamo le vocali con le foglie

  1. Scegliete foglie piuttosto allungate e tutte della stessa pianta
  2. Prendete un foglio spesso, tipo cartoncino
  3. Scrivete bello grande, con un pennarello, la vocale, ad esempio la A
  4. Fate incollare le foglie, seguendo il modo di scrivere la vocale: nel caso della A , dal basso verso l’alto, poi dall’alto verso il basso e così via.
  5. Procedete nello stesso modo per tutte e cinque le famose “sorelline”.
    Sarebbe bello che ogni vocale si distinguesse per foglie diverse, nel colore e/o nella forma.
    Ogni vocale sarà “letta ” e riconosciuta una volta terminata.

Facciamo i numeri fino al nove con le foglie

La procedura è la stessa.
L’ unica variante è la seguente: oltre al numero, dovrete incollare nel cartoncino la quantità di foglie che serve.
Quindi : numero 1——-una foglia, numero 2———due foglie e così via.
Anche in questo caso, cercate di utilizzare per ogni numero foglie diverse, almeno per il colore.

Quando avrete fatto tutti i cartoncini con le vocali e con i numeri, potrete usarle per fare dei semplici giochi.

Uno veloce è il seguente: si chiede a voce alta una vocale e il bambino deve portarvi quella giusta.
Se le porta tutte giuste vince.
Semplice no?

Imparare divertendosi è l’obiettivo che dovete tenere sempre bene in mente in questa fase di sviluppo dei vostri cuccioli .

E state certi che le cose assimilate in questo modo, difficilmente saranno dimenticate.

Parola di Mastrogessetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com